Menu

WebcamLa nostra pagina Facebook

Tutti i premiati nella cena sociale di fine anno... In evidenza

  • Letto 79 volte

 

 

Atmosfera delle grandi occasioni sabato 1 dicembre alla Triestina della Vela con la sede addobbata a festa in occasione delle premiazioni delle regate sociali. Cerimonia di premiazione che si svolge tradizionalmente nel corso della cena sociale di fine anno. Un anno particolarmente speciale perché si festeggiano i 95 anni del circolo fondato nel cuore della Sacchetta nel 1923 su una vecchia Brazzera.

In palio i Trofei delle regate Nastro Azzurro per le imbarcazioni cabinate, Piccolo Nastro Azzurro riservato alle derive, quello della veleggiata notturna Marinaresca, e dei trofei di pesca Nastro Giallo e Lisca d’Oro e di sci Nastro Bianco.

L’ambìto Trofeo Nastro Azzurro è andato a Marina Simoni sulla sua Stregonia che è risultata l’imbarcazione più veloce del circolo. I vincitori nelle rispettive categorie sono stati Sergio Irredento, primo anche in tempo compensato, Luigi Micalli, Maurizio Fonda, Stefano Michelazzi, Fabio Beltrame, Filippo Tornetta, Gianfranco Battistelli nella classe Motorsailer, Andrea Bernardi e Piero Barcia classe Passere, Giorgio Brezich ed Enrico Pellegrini per le imbarcazioni classiche. Le atlete Elisa Degrassi ed Eugenia Fabris vincono in 420 il Piccolo Nastro Azzurro, mentre i giovanissimi Alessandro Valentinis e Francesco Tesser si aggiudicano rispettivamente il titolo di Campione sociale Optimist juniores e Campione sociale Optimist cadetti a cui è dedicato il Trofeo Nino Sponza. Nella Marinaresca, la suggestiva veleggiata notturna, la spunta Stefano Michelazzi su Lola. Per la vittoria nelle competizioni di pesca sportiva si fregia del Nastro Giallo Lucia Giurco, mentre la Lisca d’oro va a Nereo Battagliarini in coppia con Pino Terdoslavich. Dal mare ai monti vince il Nastro Bianco, competizione sciistica sociale, Alberto Decaro miglior sciatore velista dell’anno. Un premio speciale è stato consegnato dal presidente Marco Penso a Pino Bollis, direttore del bollettino sociale La Brazzera per 23 anni che passa il timone a Maila Zarattini.

Un commento a parte per la Coppa Challenger Calbu l’unica competizione che nessun velista vorrebbe mai vincere. La Coppa, istituita nel 1965, viene assegnato annualmente al velista che si è reso protagonista di inconfessabili imperizie e distrazioni poco degne di un lupo di mare. Sulla base delle insindacabili segnalazioni del severo Comitato dei saggi la Coppa è stata vinta quest’anno da Andrea Cappai per non aver considerato le ampie escursioni di marea nei pressi dell’Ile de Ré in Bretagna ed essere rimasto in secca sulla sua Finora, barca d’epoca del 1939. La mini Calbu, riservata da quest’anno ai giovani atleti della squadra agonistica va a Carlo Ferin.

 

Trieste, 1 dicembre 2018

 

Ultima modifica Domenica, 02 Dicembre 2018 15:06

Twitter

Mercoledì 19 alle ore 19 brindisi di Natale e presentazione nuovi soci https://t.co/D7ceFTzj7d
Marco Penso confermato Presidente della #STV per il triennio 2019/2021 @il_piccolo @federvela https://t.co/iqGJTtCOPH
Sold out alla Lezione d’assaggio vini alla #Stv anteprima della veleggiata #MareVino @il_piccolo @DiscoverTrieste… https://t.co/psHQ0FqzSX
Grazie a @mat_tacconi e @ignaciococcia #MareCorto a #LetterediMare @il_piccolo @RegataBarcolana @cizerouno https://t.co/mK2lh8Si2p
RT @cizerouno: Oggi alle 18 alla @STV_social #MareCorto il libro di @mat_tacconi e @ignaciococcia modera l’incontro @gtomasin #LettereDiMa…
Permetto l'uso dei cookie per una fruizione completa di questo sito.