Menu

WebcamLa nostra pagina Facebook

Anche la STV a Roma per il Velista dell'anno

La nostra Emanuela Sossi due volte olimpionica in 470 insieme a Marina Simoni vice presidente STV e Francesco Ettorre presidente della FIV il 6 marzo a Roma nel corso della manifestazione Il Velista dell'anno.

Qui di seguito l'articolo completo della manifestazione tratto sito della FIV:

Villa Miani ha ospitato ieri sera gli Oscar della Vela Italiana. Alla presenza di oltre 200 ospiti sono stati assegnati i premi nelle quattro categorie: Barca, Armatore-Timoniere, Club e Velista dell’Anno. La manifestazione organizzata da Acciari Consulting, con la Federazione Italiana Vela partner istituzionale e il supporto di Ucina Confindustria Nautica e Salone Nautico di Genova, è giunta alla sua 23ma edizione. 
Il premio Velista dell'Anno è stato assegnato a Mattia Camboni, 21 anni ancora da compiere, atleta delle Fiamme Azzurre, che ha ottenuto un vero e proprio plebiscito di voti on line, è stato premiato per i suoi risultati del 2016, tra cui un primo posto nella classifica Under 21 del Campionato del Mondo RS:X 2016 e un decimo posto alle Olimpiadi di Rio de Janeiro. Il Presidente della FIV Francesco Ettorre ha consegnato al vincitore un'opera dello scultore velista Guido Armeni, raffigurante due vele realizzate in acciaio lucido e porcellanato.
Alessandro Rombelli è stato proclamato Armatore-Timoniere dell'Anno per i suoi risultati internazionali 2016 nelle classi Megles 20 e 32. Rombelli e ha ricevuto il premio da Marina Stella, direttore Generale di Ucina Confindustria Nautica. Il Cookson 50 Cippa Lippa sale sul gradino più alto del podio nella categoria Barca dell'Anno. Il video della barca in planata a 31 nodi di velocità durante la Rolex Middle Sea Race 2016, dopo la giuria ha conquistato anche la platea. L'armatore Guido Paolo Gamucci è stato premiato da Mauro Pelaschier.
Nella categoria Club dell'Anno, premio istituito in collaborazione con la Lega Italiana Vela, il successo è andato alla Club Velico Crotone. Il premio è stato consegnato dal presidente della LIV Roberto Emanuele de Felice a Francesco Verri, Presidente del sodalizio velico calabrese, premiato per aver bruciato le tappe ed essere diventato in pochi anni un punto di riferimento per la vela nazionale e internazionale.
Francesco Ettorre, Presidente della Federazione Italiana Vela, al termine della serata ha dichiarato: “Non è la prima volta che partecipo a questa serata del Velista dell’Anno, lo è però come Presidente della Federazione Italiana Vela e chiaramente ha un sapore diverso, dal punto di vista prettamente personale. E’ una serata speciale, per me e per tutto il movimento della vela, che ha l’occasione di ritrovarsi in questa magnifica location nell’ambito di una piacevole serata fuori dagli schemi, per condividere la passione che ci unisce. Per quanto riguarda la vittoria di Mattia Camboni, non posso che essere molto, molto felice che abbia vinto questo importante premio. Se lo merita, per l’impegno che mette nel lavoro e per tutti i risultati che ha già ottenuto, ancora giovanissimo”.
La Giuria del Velista dell’Anno che, dopo aver preso atto delle preferenze espresse dal pubblico (oltre 16.000), ha proclamato i vincitori era composta da: Francesco Ettorre, Presidente della Federazione Italiana Vela e Presidente della giuria, Carlo Mornati vice Segretario generale del CONI e responsabile della preparazione olimpica, Fabio Planamente, Presidente dell'assemblea Vela di Ucina Confindustria Nautica e da Alberto Acciari, ideatore e segretario del Premio.    
La Federazione Italiana Vela, partner istituzionale del Velista dell'Anno, ha premiato gli atleti juniores che hanno conseguito risultati di rilievo internazionale nel corso del 2016 come la vittoria al Nations Trophy ad Auckland dello scorso dicembre e gli autori tanti altri successi ancora. Questi i nomi dei premiati: Giorgia Speciale (RS:X-Techno 293), Gaia Bergonzini (Optimist), Francesca Russo Cirillo e Alice Linussi (420), Edoardo Tanas (Techno 293), Veronica Ferraro e Giulia Ierardi (420), Tommaso Cilli e Bruno Mantero (420), Marta Zattoni (Laser Radial), Paolo Giargia (Laser Radial), Alexandra Stalder e Silvia Speri (420), Carolina Albano (Laser Radial), Maria Ottavia Raggio e Paola Bergamaschi (49er FX), Giacomo Ferrari e Giulio Calabrò (470), Benedetta Di Salle e Alessandra Dubbini (470).
Alberto Acciari e Cristiana Monina, volto noto della vela e della televisione si sono alternati nella conduzione di serata ricca di emozioni e molto coinvolgente per il pubblico, che ha potuto rivivere le imprese dei finalisti attraverso spettacolari filmati e racconti dei protagonisti. La Monina e Acciari hanno accolto sul palco i finalisti e gli ospiti che si sono alternati insieme a campioni del calibro di Mauro Pelaschier e olimpionici come Alessandra Sensini e Carlo Mornati vice segretario generale del CONI.
Telesia (Gruppo Class Editori) media partner del Velista dell'Anno, trasmetterà le immagini dell’evento sui suoi canali televisivi digitali degli Aeroporti italiani e delle Metropolitane dal 20 marzo al 2 aprile prossimi.

La nostra squadra Optimist in allenamento a Pola

Si è concluso l'allenamento degli optimist a Pola prestagionale al quale ha partecipato la squadra A della Triestina. Nelle acque di Pola da sabato 25 febbraio  a martedì 28 febbraio si sono confrontati una 70ina di equipaggi triestini(Svbg,Sirena,Adriaco,Cupa,Pietas e ovviamente STV) con ottimi allenamenti e condizioni che di giorno in giorno variavano, bora, termica di maestrale,libeccio e scirocco. La squadra ha ben figurato e ha lavorato intensamente per migliorare in vista delle regate.

Gli atleti STV e YCA al Polo Vela della scuola Campi Elisi

Per programmare al meglio la preparazione atletica i velisti delle squadre agonistiche Optimist, 420 e Laser della Triestina della Vela e dell’Adriaco si sono sottoposti a una batteria di test per misurare le capacità motorie presso il Polo per la Vela alla Scuola Campi Elisi. Con gli atleti la nostra vice presidente Marina Simoni e Marinella Gorgatto dell'YCA.

NASTRO BIANCO 2017

 E’ POSSIBILE PERNOTTARE PRESSO

 

Albergo MORGENLEIT  via Sauris di Sotto,59- 33020 Sauris(UD) tel.043386166

Email - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

COSTO DI 50,00 CON SISTEMAZIONI IN CAMERA DOPPIA O TRIPLA € 60,00 CAMERA DOPPIA USO SINGOLO

 

L’ALBERGO HA 17 CAMERE SE ANDRANNO ESAURITE VERRA’TROVATA UNA SISTEMAZIONE IN STRUTTURE VICINE ALLO STESSO PREZZO CHE COMPRENDE OLTRE ALLA COLAZIONE LA CENA CHE SARA’ SERVITA IN UNA SALA COMUNE GESTITA DALL’ALBERGO MORGENLEIT

 

La gara si disputerà sulla pista di Sauris di Sotto che è classificata blu quindi abbastanza facile adatta a tutti gli sciatori, a Sauris di Sopra la sciovia Richelan serve due piste classificate rosse

 

Se ci saranno sufficienti adesioni verrà organizzato un bus per domenica 29 gennaio per raggiungere Sauris, chi fosse interessato è pregato di contattare la segreteria

 

 

 

Buone notizie dai campionati nazionali femminili 420 di Napoli e non solo...

Ecco il resoconto che ci ha inviato il nostro allenatore Sebastian Prinčič:

Sono rientrati a Trieste gli equipaggi femminili STV dal campionato nazionale, che si è disputato a Napoli.

Il campionato è durato tre giorni, i primi due con vento forte da NE e con raffiche fino a 25 nodi.  Sono state portate a termine 6 prove. I'ultimo giorno invece sono state effettuate due regate con vento leggero da SW. L'equipaggio Penso-Bernardi ha dimostrato di essere competitivo in entrambe le condizioni, segnando piazzamenti 3,5,9,4,22,11,14,1, con una leggera crisi nella quinta, sesta e settima prova. L'equipaggio ha concluso vincendo l'ultima regata, piazzandosi cosi al 5.posto assoluto su 31 equipaggi femminili. Le atlete hanno dimostrato di avere buone possibilità di qualificarsi per l'europeo e il mondiale dell'anno prossimo.
L’altro equipaggio STV Fabris- Chiarandini, meno esperto, ha dimostrato che è in grado di disputare con sicurezza anche prove con vento forte, senza scuffie, con piazzamenti decorosi: 20,21,24,21,dnf,21,22,8. finendo cosi al 22.posto assoluto, che fa ben sperare per il futuro.
 
Anche all' Italia Cup di Cagliari  29 - 31 ottobre la STV si fa onore.

Nella classe laser radial, Federico Borghi si
posiziona al 15.mo posto overall su un totale di 70 partecipanti

 
 
 
 

NASTRO GIALLO 2016

In una splendida domenica di sole i nostri Soci sono usciti in mare armati di canne, lenze, ami, esche, "volighe"," pusce" e ogni altro strumento atto alla cattura del pesce per la gara di pesca del NASTRO GIALLO.

Vincitori assoluti sono risultati Nereo Battagliarini, Pino Terdoslavich e Giovanni Pellegrini su Plasticone  che con ben kg 12.800 hanno surclassato gli avversari sia nella quantità che nella qualità del pescato, la preda migliore è stata un'orata di kg 1.100 pescata da Giovanni Pellegrini.

Alla sera tutti i pescatori delle 17 imbarcazioni partecipanti si sono ritrovati a cena a gustare i kg 34.955 di pesce, da loro squamato e pulito, ben cucinato dal team della nostra chef Elena, "dulcis in fundo" le fritole della sempre impareggibile Lucietta.

La classifica della 45a edizione del Nastro Giallo

In una splendida domenica di sole i nostri Soci sono usciti in mare armati di canne, lenze, ami, esche, "volighe"," puscke" e ogni altro strumento atto alla cattura del pesce per la gara di pesca del NASTRO GIALLO.

Vincitori assoluti sono risultati Nereo Battagliarini, Pino Terdoslavich e Giovanni Pellegrini su Plasticone  che con ben kg 12.800 hanno surclassato gli avversari sia nella quantità che nella qualità del pescato, la preda migliore è stata un'orata di kg 1.100 pescata da Giovanni Pellegrini.

Alla sera tutti i pescatori delle 17 imbarcazioni partecipanti si sono ritrovati a cena a gustare i kg 34.955 di pesce, da loro squamato e pulito, ben cucinato dal team della nostra chef Elena, "dulcis in fundo" le fritole della sempre impareggibile Lucietta.

“CHOLITA” VINCE A “LES VOILES DE SAINT TROPEZ”

 

Il “Cholita” è uno sloop di 14 metri  disegnato da Nicholas Potter nel 1937 costruito a San Francisco e fatto restaurare in Italia dalla proprietaria Marilinda Nettis e ha partecipato anche quest’anno alle regate delle barche d’Epoca a Cannes e Saint Tropez

Sul “Cholita” la lingua ufficiale è il triestino, infatti, oltre a Bruno Catalan al timone, erano in barca Piero Barcia, Sergio Irredento, Niccolò Michelazzi, Fabio Rinaldi, soci della Triestina della Vela e Davide Rapotez  e Paolo Vatta triestini pure loro, Roberto Bosetti, Andrea Balducci e Giulio Bertelli completavano l’equipaggio

I nostri “giovani” atleti si sono comportati molto bene e dopo un quarto posto alle “Regates Royales” di Cannes si sono piazzati al secondo posto nella Cannes-Saint Tropez per culminare con una splendida vittoria nella loro classe a “Les Voiles de Saint Tropez”.

 

 

Twitter

Sabato e Domenica Trofeo città di Trieste Per Paolo per tutte le derive https://t.co/Usr3HAfg5e
RT @cizerouno: Stazione Rogers affollata per Arrigo Petronio e la sua magnifica vita da maestro d'ascia a #letteredimare #barcolana49 #disc…
@SacchettaTS @TriesteBookFest @RegataBarcolana Tutti ad ascoltare il nostro Petronio https://t.co/kQs69vl7ew
@SacchettaTS @TriesteBookFest tutti ad ascoltare il nostro Petronio #LetterediMare @RegataBarcolana https://t.co/kQs69vl7ew
LdM StRogers Niki Orciuolo Navigare in AltoAdriatico #Barcolana in Città @cizerouno @TriesteBookFest https://t.co/FM8moMhf8d
Permetto l'uso dei cookie per una fruizione completa di questo sito.